Bivio- continuare scienze politiche o cambiare e iscriversi a economia - Pagina 2 - Università.com - il forum degli universitari
Università.com - il forum degli universitari

Vai indietro   Università.com - il forum degli universitari > Università, problemi e soluzioni > Discussioni generiche




Se lo trovi interessante, puoi segnalarlo ai tuoi amici sui Social Network!

Bivio- continuare scienze politiche o cambiare e iscriversi a economia

Discussioni generiche


Rispondi
 
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione Modalità di visualizzazione
  #11 (permalink)  
Vecchio 19-01-2018, 16:55
Junior Member
 
Registrato dal: Dec 2017
Università: Panteíou Panepistimíou Koinonikón kai Politikón Epistimón
Messaggi: 10
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Paolino Visualizza il messaggio
il corso specifico che avevo individuato io è questo
Economia e Diritto per le Imprese e le Pubbliche Amministrazioni

da quello che ho capito è una sorta di ibrido tra LM-77 e LM-63 ma al momento dell'immatricolazione poi dovrei andare a scegliere la prima opzione per far si che risulti a tutti gli effetti una laurea appartenente ad economia(correggimi se sbaglio).

quello su cui ho dubbi è il fatto che è una magistrale che è possibile conseguire anche da studenti con una triennale in lingue,lettere,scienze della comunicazione e altre triennali,quindi mi domando quanto possa preparare e come possa essere valutata da un datore di lavoro
Posto che, nell'ordinamento universitario italiano, gli unici titoli di laurea con abilitazione diretta alla professione (cioè in cui la discussione della tesi di laurea integra anche la prova finale di specialità) sono le L-SNT triennali (Infermieristica, Ostetricia, Fisioterapia, Optometria, Logopedia, Radiologia etc.), tutte le lauree appartenenti ad una certa area didattica hanno dei profili di compatibilità tra triennali e magistrali, ed in molti casi anche fra aree diverse. Ciò comporta che, teoricamente, io possa accedere a qualunque percorso magistrale con l'unico requisito utile del precedente titolo triennale. L'unica condizione da rispettare è quella del superamento degli OFA (Obblighi Formativi Aggiuntivi) che l'ateneo mi assegnerà per colmare i debiti nei settori scientifici disciplinari delle materie che troverò nel curriculum.
In breve, se tu vieni da Scienze Politiche L-36 e vuoi iscriverti a Scienze delle Pubbliche Amministrazioni LM-63, potresti aver bisogno di sostenere uno o due esami supplementari (che potrebbero essere Diritto Amministrativo o Regionale, Scienza delle Finanze, Economia Aziendale e Demografia) per andare in pari con i colleghi provenienti da Economia, come potrebbero anche non dartene nessuno ed ammetterti senza debiti; mentre invece se tu vieni da L-36 e vuoi iscriverti a Economia Aziendale LM-77, gli OFA che l'ateneo potrebbe assegnarti potrebbero essere più di due.
Nel tuo caso, a quanto leggo sul sito dell'Università di Modena e Reggio, l'ateneo non assegna OFA, ma vuole soltanto che gli aspiranti studenti del corso di Economia e Diritto per le Imprese e la Pubblica Amministrazione (sia LM-63 che LM-77) superino delle prove scritte/orali nei campi del Diritto Privato, dell'Economia Politica e dell'Economia Aziendale (ed è un bel vantaggio sapere in anticipo se la tua magistrale sarà fatta da 12 o da 16-17 esami, in cui gli OFA non faranno media). Dunque, non è importante sapereche questo percorso sia aperto pure ai triennalisti di Lettere: tanto alla fine anche loro conseguiranno un titolo della stessa classe, con l'unica differenza che tu, alle prove di ammissione, potresti avere un grande vantaggio, avendo sostenuto Economia Politica e Diritto Privato in triennale a Scienze Politiche, rispetto a loro, che hanno fatto Archivistica e Filologia dantesca.
Riprendendo il discorso di Marika, se sei interessato alla revisione legale e commerciale, ti suggerisco di cercare un buon percorso di Economia LM-56 o LM-77 INDIPENDENTEMENTE dalla triennale che prenderai, però occhio a due cose:
1. L'ODCEC (Ordine Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili) è un ordine professionale e, come tale, prevede un esame di ammissione. Sui bandi di esame dell'Ordine c'è scritto che "è ammesso alla partecipazione all'esame il candidato che abbia sostenuto almeno 18 mesi di tirocinio presso uno studio contabile autorizzato, di cui almeno 12 mesi siano successivi al conseguimento del titolo di laurea" (ergo, almeno un anno di lavoro gratis o quasi dopo la laurea, condizione che in genere esclude il trovarsi un altro lavoro retribuito).
2. L'esame da dottore commercialista è DIFFICILE, tanto. Alcuni sostengono che sia peggiore dell'esame di ammissione all'Ordine degli Avvocati. Recentemente, una persona con un'esperienza trentennale nel settore della contabilità mi ha detto che la difficoltà delle singole prove sia cresciuta ulteriormente. Questo è il brutto degli ordini dei liberi professionisti, la concorrenza per entrarci è spietata, ma quella una volta che sei entrato è peggio.
Rispondi quotando
  #12 (permalink)  
Vecchio 20-01-2018, 18:53
Junior Member
 
Registrato dal: Jan 2018
Messaggi: 6
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Rael25 Visualizza il messaggio
Posto che, nell'ordinamento universitario italiano, gli unici titoli di laurea con abilitazione diretta alla professione (cioè in cui la discussione della tesi di laurea integra anche la prova finale di specialità) sono le L-SNT triennali (Infermieristica, Ostetricia, Fisioterapia, Optometria, Logopedia, Radiologia etc.), tutte le lauree appartenenti ad una certa area didattica hanno dei profili di compatibilità tra triennali e magistrali, ed in molti casi anche fra aree diverse. Ciò comporta che, teoricamente, io possa accedere a qualunque percorso magistrale con l'unico requisito utile del precedente titolo triennale. L'unica condizione da rispettare è quella del superamento degli OFA (Obblighi Formativi Aggiuntivi) che l'ateneo mi assegnerà per colmare i debiti nei settori scientifici disciplinari delle materie che troverò nel curriculum.
In breve, se tu vieni da Scienze Politiche L-36 e vuoi iscriverti a Scienze delle Pubbliche Amministrazioni LM-63, potresti aver bisogno di sostenere uno o due esami supplementari (che potrebbero essere Diritto Amministrativo o Regionale, Scienza delle Finanze, Economia Aziendale e Demografia) per andare in pari con i colleghi provenienti da Economia, come potrebbero anche non dartene nessuno ed ammetterti senza debiti; mentre invece se tu vieni da L-36 e vuoi iscriverti a Economia Aziendale LM-77, gli OFA che l'ateneo potrebbe assegnarti potrebbero essere più di due.
Nel tuo caso, a quanto leggo sul sito dell'Università di Modena e Reggio, l'ateneo non assegna OFA, ma vuole soltanto che gli aspiranti studenti del corso di Economia e Diritto per le Imprese e la Pubblica Amministrazione (sia LM-63 che LM-77) superino delle prove scritte/orali nei campi del Diritto Privato, dell'Economia Politica e dell'Economia Aziendale (ed è un bel vantaggio sapere in anticipo se la tua magistrale sarà fatta da 12 o da 16-17 esami, in cui gli OFA non faranno media). Dunque, non è importante sapereche questo percorso sia aperto pure ai triennalisti di Lettere: tanto alla fine anche loro conseguiranno un titolo della stessa classe, con l'unica differenza che tu, alle prove di ammissione, potresti avere un grande vantaggio, avendo sostenuto Economia Politica e Diritto Privato in triennale a Scienze Politiche, rispetto a loro, che hanno fatto Archivistica e Filologia dantesca.
Riprendendo il discorso di Marika, se sei interessato alla revisione legale e commerciale, ti suggerisco di cercare un buon percorso di Economia LM-56 o LM-77 INDIPENDENTEMENTE dalla triennale che prenderai, però occhio a due cose:
1. L'ODCEC (Ordine Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili) è un ordine professionale e, come tale, prevede un esame di ammissione. Sui bandi di esame dell'Ordine c'è scritto che "è ammesso alla partecipazione all'esame il candidato che abbia sostenuto almeno 18 mesi di tirocinio presso uno studio contabile autorizzato, di cui almeno 12 mesi siano successivi al conseguimento del titolo di laurea" (ergo, almeno un anno di lavoro gratis o quasi dopo la laurea, condizione che in genere esclude il trovarsi un altro lavoro retribuito).
2. L'esame da dottore commercialista è DIFFICILE, tanto. Alcuni sostengono che sia peggiore dell'esame di ammissione all'Ordine degli Avvocati. Recentemente, una persona con un'esperienza trentennale nel settore della contabilità mi ha detto che la difficoltà delle singole prove sia cresciuta ulteriormente. Questo è il brutto degli ordini dei liberi professionisti, la concorrenza per entrarci è spietata, ma quella una volta che sei entrato è peggio.
sicuramente diventare commercialista è una cosa che mi stuzzica,ma sono inidirizzato verso questo corso prima di tutto per avere maggiori chance nel privato rispetto ad una tradizionale scienze politiche
Rispondi quotando
  #13 (permalink)  
Vecchio 09-02-2018, 03:40
Junior Member
 
Registrato dal: Jan 2018
Messaggi: 6
predefinito

Ok, è arrivato il momento della scelta...il problema è che non so che scegliere XD anche perché vedendo online molte richieste di lavoro vedo che spesso è richiesta la triennale in economia...e già là sarei tagliato fuori! Oltre a questo,dando per buona la mia magistrale come economica, se un datore di lavoro va a vedere il curriculum e vede una triennale in scienze politiche due domande se le fa... o no?

Oltretutto vedendo su almalaurea la pagina di economia e diritto per le pubbliche amministrazioni si nota come ben il 22% vada a lavorare per il pubblico/forze armate oltre al fatto che la laure venga ritenuta da molti non necessaria ma solamente utile nei lavori svolti, al contrario di un laureato classico in economia che trova di più nel privato..e il 30% a 3 anni dalla laurea continua a svolgere la stessa mansione didi prima

Condizione occupazionale dei laureati

AIUTATEMI :-):-):-)
Rispondi quotando
  #14 (permalink)  
Vecchio 09-02-2018, 12:22
L'avatar di Marika
Senior Member
 
Registrato dal: Oct 2014
Università: Università degli Studi Guglielmo Marconi
Messaggi: 874
predefinito

Che dire? E' una laurea interessante, anche con due indirizzi.
Curiosa la storia delle due classi, chissà se si può fare o l'UniMoRe l'ha tirata fuori dal cilindro approfittandosi di un buco legislativo...
__________________

Studentessa dell'Università degli Studi Guglielmo Marconi
Rispondi quotando
  #15 (permalink)  
Vecchio 09-02-2018, 12:28
L'avatar di Marika
Senior Member
 
Registrato dal: Oct 2014
Università: Università degli Studi Guglielmo Marconi
Messaggi: 874
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Paolino Visualizza il messaggio
Oltretutto vedendo su almalaurea la pagina di economia e diritto per le pubbliche amministrazioni si nota come ben il 22% vada a lavorare per il pubblico/forze armate oltre al fatto che la laure venga ritenuta da molti non necessaria ma solamente utile nei lavori svolti, al contrario di un laureato classico in economia che trova di più nel privato..e il 30% a 3 anni dalla laurea continua a svolgere la stessa mansione didi prima

Condizione occupazionale dei laureati
Per entrare nel pubblico e nelle forze armate devi vincere un concorso e non è una cosa semplice.
Una volta ho accompagnato una mia amica a un concorso a Roma strapieno di gente solo per le preselettive.
__________________

Studentessa dell'Università degli Studi Guglielmo Marconi
Rispondi quotando
  #16 (permalink)  
Vecchio 11-02-2018, 16:54
Junior Member
 
Registrato dal: Dec 2017
Università: Panteíou Panepistimíou Koinonikón kai Politikón Epistimón
Messaggi: 10
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Paolino Visualizza il messaggio
Ok, è arrivato il momento della scelta...il problema è che non so che scegliere XD anche perché vedendo online molte richieste di lavoro vedo che spesso è richiesta la triennale in economia...e già là sarei tagliato fuori! Oltre a questo,dando per buona la mia magistrale come economica, se un datore di lavoro va a vedere il curriculum e vede una triennale in scienze politiche due domande se le fa... o no?
Paolino, permettimi, ma ti stai fasciando la testa prima di essere addirittura salito sulla scala. Ti voglio dare qualche spunto di riflessione:

- A livello di valutazione titoli o in un curriculum, avrà più importante una triennale o una magistrale, di qualunque settore (considerando pure che i voti d'esame nelle biennali tendono naturalmente a salire, specialmente nelle aree economiche, giuridiche e politiche)?
- Non so che annunci abbia visto, ma a me sembra che ci siano molte più opportunità di impiego per generici "candidati con esperienza" (quindi senza nessun titolo di studio specifico) rispetto a quante non ce ne siano per laureati triennali, dunque non sarebbe più saggio maturare qualche esperienza di lavoro (anche partendo più dal basso, per esempio dalle richieste per diplomati) invece di puntare tutto sul titolo universitario?
- Visto che i vertici della politica, della finanza e della grande imprenditoria stanno massacrando la nostra generazione con la storiella dell'interdisciplinarità e del multi-tasking, non pensi che afferire a due aree didattiche diverse per la prima e la seconda laurea non possa essere un vantaggio invece che un ostacolo (e visto che tanto nel pubblico guardano solo la classe della laurea magistrale e solo dopo il voto, mentre invece al privato interessa di più cosa sai effettivamente fare)? Rispetto ad un post-triennalista di Scienze Economiche o di Studi Aziendali, tu avresti delle nozioni giuridiche, scientifiche politiche e amministrative, nonché storico-filosofiche che lui non avrebbe mai.

Tornando alla questione iniziale del tuo discorso, io cambierei percorso di studi ora solo se mi trovassi talmente male personalmente da avere i rimorsi di coscienza e non riuscirci a dormire la notte, altrimenti ti invito a non preoccuparti troppo e a dare comunque il meglio di te stesso, se vorrai "aggiustarti meglio" per il mercato del lavoro con un titolo diverso ci saranno diversi tempi e modi dopo la triennale. Stay strong my friend.
Rispondi quotando
  #17 (permalink)  
Vecchio 11-02-2018, 17:07
Junior Member
 
Registrato dal: Dec 2017
Università: Panteíou Panepistimíou Koinonikón kai Politikón Epistimón
Messaggi: 10
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Marika Visualizza il messaggio
Che dire? E' una laurea interessante, anche con due indirizzi.
Curiosa la storia delle due classi, chissà se si può fare o l'UniMoRe l'ha tirata fuori dal cilindro approfittandosi di un buco legislativo...
Si puote, si puote. Basta guardare quanti atenei offrono lauree magistrali con nomi sulla linea di "Comunicazione internazionale per la cooperazione industriale" che sono in realtà afferenti alla classe di laurea magistrale LM-37 "Lingue e letterature europee e americane" (quella con cui, per dire, si può essere abilitati alla docenza di lingua straniera alle scuole superiori). L'autonomia delle università rispetto al ministero è molto relativa: se da un lato le prime possono mettere tutti gli esami che reputano più pertinenti in un corso di laurea che possono chiamare come vogliono, dall'altro il secondo le costringe a far afferire per forza questi corsi a della classi di riferimento troppo strette e troppo numerose.
Rispondi quotando
  #18 (permalink)  
Vecchio 15-02-2018, 12:06
Junior Member
 
Registrato dal: Feb 2018
Messaggi: 4
predefinito informazione

salve, vorrei avere informazioni da studenti presso mercatorum, unicusano e unifortunato, che sono quelle logisticamente a me piu' congeniali.
Grazie
Rispondi quotando
  #19 (permalink)  
Vecchio 15-02-2018, 13:54
L'avatar di Marika
Senior Member
 
Registrato dal: Oct 2014
Università: Università degli Studi Guglielmo Marconi
Messaggi: 874
predefinito

Messaggio doppio.
Ti ho risposto qui.

http://www.università.com/discussion...lematiche.html
__________________

Studentessa dell'Università degli Studi Guglielmo Marconi
Rispondi quotando
Rispondi

Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata
Modalità di visualizzazione

Regole d'invio
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è attivo
Le smilie sono attive
Il codice IMG è attivo
il codice HTML è disattivato
Trackbacks are attivo
Pingbacks are attivo
Refbacks are disattivato


Discussioni simili
Argomento Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
laurea magistrale post scienze politiche cristiano Scienze Politiche 6 12-09-2017 04:08
laurea magistrale post scienze politiche cristiano I Servizi di Orientamento Universitario 7 15-02-2017 14:57
SCELTA MAGISTRALE DOPO SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE Christian Corda I Servizi di Orientamento Universitario 13 10-12-2016 20:42
Scienze motorie o economia per una società sportiva? RiccardoP94 Discussioni generiche 1 03-06-2013 15:22
PRESENTAZIONE FACOLTA' SCIENZE POLITICHE - ROMA TRE nicomoro Scienze Politiche 2 02-08-2012 08:28





Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 09:07.


Powered by vBulletin® Version 3.8.9
Copyright ©2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.

Traduzione italiana Team: www.vBulletin-italia.it
© Circuito WebNetwork.it - P.iva 03764980284