Iscrizioni a picco all’ Università - Università.com - il forum degli universitari
Università.com - il forum degli universitari

Vai indietro   Università.com - il forum degli universitari > Università, problemi e soluzioni > La Riforma Universitaria




Se lo trovi interessante, puoi segnalarlo ai tuoi amici sui Social Network!

Iscrizioni a picco all’ Università

La Riforma Universitaria


Rispondi
 
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione Modalità di visualizzazione
  #1 (permalink)  
Vecchio 21-02-2009, 16:56
L'avatar di Bmastro
Administrator
 
Registrato dal: Jan 2009
Università: Padova
Messaggi: 1,478
Thumbs down Iscrizioni a picco all’ Università

La situazione di crisi dell’Università si sta manifestando anche con un deciso calo delle iscrizioni.
Nell’anno scolastico 2005/2006 si sono diplomati circa 430mila studenti, di questi il 75% ha scelto di proseguire gli studi con l’Università (circa 326mila).
Nel 2007/2008 si sono diplomati ben 463mila studenti, ma a questa crescita non è corrisposto un aumento analogo nelle immatricolazioni dell’anno accademico 2008/2009, anzi… c’è stato un deciso calo! In effetti si sono iscritti all’Università circa 312mila studenti e quindi il rapporto è passato al 67%.
Il numero di iscritti all’Università è il più basso degli ultimi sette anni; è calato del 3,3% rispetto al 2007/2008, del 4,4% rispetto a due anni fa e di quasi l'8% rispetto a 5 anni fa!

A questo punto ci si può chiedere a cosa si può ricondurre questo calo.
E’ indubitabile che l’Università italiana abbia perso molto prestigio nel corso degli ultimi decenni, essenzialmente perché sono venute a galla delle tare ataviche che non hanno alcun senso di esistere in una società moderna qual è la nostra. Molti di questi problemi li ho accennati in un altro thread (http://www.università.com/la-riforma...-italiana.html).
Comunque queste magagne sono conosciute da molti anni e di sicuro non possono avere una grossa influenza sulle scelte dei recenti neodiplomati.
A mio parere, la causa determinante di questo calo è essenzialmente la crisi economica strisciante che ha colpito l’Italia nel corso degli ultimi anni.
Bisogna notare che la stragrande maggioranza della popolazione universitaria italiana è costituita da studenti di famiglie di reddito medio/basso. E sono proprio queste famiglie quelle che hanno risentito in misura maggiore di questa crisi. Checchè ne dicano i politici, l’inflazione in Italia non è quella indicata dall’Istat: ogni famiglia percepisce gli aumenti in modo diverso a seconda del proprio reddito. Per le famiglie di reddito medio-basso i beni alimentari, quelli di consumo quotidiano e il costo dei carburanti hanno un impatto enorme nel bilancio familiare… e sono proprio questi beni quelli che hanno avuto gli aumenti maggiori da alcuni anni a questa parte!
L’aumento di queste spese ha alterato inevitabilmente l’equilibrio del bilancio familiare delle famiglie con i redditi più bassi, intaccando in modo evidente la disponibilità a sostenere le spese che l’esperienza universitaria comporta: tasse e contributi richiesti dagli atenei, spese di trasporto, costo dei libri, affitto di alloggi per i fuorisede, costo per il sostentamento, ecc.
In effetti questo calo di immatricolazioni si è manifestato in misura maggiore proprio nelle aree economicamente più depresse, dove è maggiore la percentuale di famiglie a reddito medio-basso.
A questo punto, con la crisi internazionale che è sopraggiunta, vedremo quali saranno gli sviluppi. La maggiore precarietà e difficoltà ad inserirsi nel mondo del lavoro porteranno ad un aumento delle iscrizioni universitarie? L’Università verrà vista come un parcheggio per i disoccupati in cerca di lavoro oppure rappresenterà la possibilità di affrancarsi da una situazione economica disagiata?
__________________
Il mondo universitario è anche sul web
Università.net - Il portale degli universitari
Rispondi quotando
Rispondi

Tag
immatricolazioni

Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata
Modalità di visualizzazione

Regole d'invio
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è attivo
Le smilie sono attive
Il codice IMG è attivo
il codice HTML è disattivato
Trackbacks are attivo
Pingbacks are attivo
Refbacks are disattivato






Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 10:49.


Powered by vBulletin® Version 3.8.9
Copyright ©2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.

Traduzione italiana Team: www.vBulletin-italia.it
© Circuito WebNetwork.it - P.iva 03764980284